HomeLibriStatale undici. Le strade che hanno fatto il Nordest | di Daniele Ferrazza

Statale undici. Le strade che hanno fatto il Nordest | di Daniele Ferrazza

 10,00

Categoria:

Descrizione

Alle porte della città, incompiuta metropoli, con in testa il ritornello che da generazioni insegue i veneti: «Veneziani gran signori, padovani gran dottori, vicentini magna gati, veronesi tutti mati».
È incredibile come attraverso questa strada si percorra la storia del Veneto antico e moderno: da Dante Alighieri alla Diesel di Renzo Rosso, dalla Cappella di Giotto al terzo aeroporto d’Italia. Un Veneto schiacciato tra il glorioso passato e un futuro tutto da scrivere, una regione consapevolmente prigioniera del suo policentrismo, delle sue cronache provinciali, dei suoi confini immaginari eppure indistruttibili. Con personaggi che si trovano più a loro agio a New York che nel paese accanto, dove sono considerati “foresti”. Industriali con l’aereo parcheggiato sotto l’hangar dell’aeroporto ma che la domenica non mancano mai la partita a carte con gli amici d’infanzia, al bar del paese.
Una volta c’era il pretesto delle strade: adesso si percorre l’autostrada da Verona a Venezia in un’ora e mezza e quella da Mestre a Belluno in meno di un’ora. Forse allora tra le cose che mancano a questo Veneto, non più Nordest d’Italia ma crocevia d’Europa, è il racconto, la narrazione, gli interpreti.

Daniele Ferrazza (Asolo, 1968) è un cronista dei quotidiani locali veneti del Gruppo L’Espresso e di Affari&Finanza, l’inserto economico di la Repubblica. Collabora con VeneziePost. Scrive di politica e di economia regionale, è autore di numerose inchieste sulla casta politica, il sistema delle infrastrutture, l’assetto del territorio, le questioni urbanistiche. Tra il 1999 e il 2004 è stato assessore alla cultura e, tra il 2004 e il 2009, sindaco di Asolo. Tra il 2012 e il 2013 ha pubblicato, su Nordesteuropa.it, una serie di reportage sulle principali arterie delle Venezie: le strade che hanno fatto il Nordest. Con un’inchiesta sulla fuga dei giovani all’estero pubblicata dal Mattino di Padova, nel 2013 ha vinto la targa del Presidente della Repubblica al “Premio cronista dell’anno” dell’Unione Cronisti Italiani.

Marco Alfieri (Varese, 1974) è direttore de Linkiesta. Già inviato de La Stampa dopo aver lavorato a La Prealpina, Il Riformista e Il Sole 24 Ore. È arrivato a Linkiesta per dirigere Link Book, la nascitura casa editrice di approfondimento giornalistico in formato digitale. Si occupa di politica e di economia, con un occhio particolare al nord Italia e alle sue trasformazioni. È autore dei libri Nord Terra Ostile. Perché la sinistra non vince (Marsilio 2008), La Peste di Milano (Feltrinelli 2009), e Angeli, demoni e soldi pubblici. Ascesa e declino di Don Verzè (Feltrinelli 2012).

Informazioni aggiuntive

Caratteristiche tecniche

Brossura, 80 pagine, Anno di pubblicazione 2014