Home Monitor Privo di leader e di una visione. Così il Friuli si condanna all’oblio
 

Analisi & Commenti

Privo di leader e di una visione. Così il Friuli si condanna all’oblio

Le difficoltà della Fiera di Udine sancisce la crisi di un altro simbolo del Friuli. La realtà, però, va ben oltre e abbraccia l’intero territorio che sembra avere sempre più le sembianze di un viandante privo di stella polare, soprattutto se paragonato al resto della regione. Prendiamo, per esempio, Trieste. Certo, il porto e il suo punto franco possono essere un’opportunità per l’intero Fvg. A patto di saperla cogliere, però, come stanno facendo Michelangelo Agrusti e Pordenone, nel silenzio tombale di Udine, priva di leader e di visione economica. Riportiamo l’editoriale di Mattia Pertoldi pubblicato sul Messaggero Veneto il 30 giugno.