Home Monitor L’Italia hi-tech senza 45mila tecnici
 

Approfondimenti

L’Italia hi-tech senza 45mila tecnici

In Italia, tra il 2019 e il 2021 le sole imprese del settore Ict (tecnologie dell’informazione e della comunicazione) avranno bisogno di quasi 45 mila tecnici. Un fabbisogno che il mercato difficilmente riuscirà a soddisfare. «Le competenze digitali sono l’unico investimento strategico per il lavoro che cambia», spiega Laura Di Raimondo, direttore Asstel, l’associazione che riunisce le imprese della filiera Tlc. Una sfida che si può affrontare solo «ripensando gli attuali modelli educativi: oggi per molte professioni emergenti non esistono percorsi formativi adeguati». Riportiamo l’articolo del Sole 24 Ore del 12 luglio.