Home Monitor «L’intelligenza artificiale non supererà l’uomo. È priva di coscienza»
 

Approfondimenti

«L’intelligenza artificiale non supererà l’uomo. È priva di coscienza»

“L'uomo sarà sempre superiore alle macchine perché la vera intelligenza richiede coscienza, e la coscienza è qualcosa che le nostre macchine digitali non hanno e non avranno mai. È da chi vuole usare l'intelligenza artificiale per ridurre altri uomini a consumatori di prodotti creati da loro che dobbiamo difenderci”. Questa è la tesi dell'inventore-imprenditore Federico Faggin, padre del microprocessore e del touchscreen, che venerdì al Teatro Miela ha parlato delle “Intelligenze dell’uomo e del computer”.