Home Monitor Le genuflessioni di Boccia e Landini
 

Analisi & Commenti

Le genuflessioni di Boccia e Landini

Boccia chiede udienza a Salvini e Landini strizza l’occhio a Di Maio. Ma tutti assieme non reggono l’opposizione dei mercati, degli spread, dei listini. Questo Paese ha bisogno come l’aria di ritrovare una rappresentanza forte innanzitutto e per lo più sul fronte dell’innovazione. Senza sviluppo non c’è equità che tenga, tra l’altro. E’ una sfida, da aprire in tutte le rappresentanze. Una sfida in positivo: di rottami ce n’è fin troppi.