Home Monitor False fatturazioni e fiumi di contanti. «Così la cosca ha riciclato 30 milioni»
 

Approfondimenti

False fatturazioni e fiumi di contanti. «Così la cosca ha riciclato 30 milioni»

Trenta milioni di euro. Tanto hanno potuto riciclare i Bolognino negli anni grazie a un sistema di false fatture. Secondo le indagini appena chiuse dalla Distrettuale Antimafia di Venezia, gli emissari dell’organizzazione calabrese-emiliana Grande Aracri, consegnavano i contanti (anche 240 mila euro per volta) ai tre e le società venete o fittizie emettevano fatture per operazioni inesistenti. La cosca pagava, poi la somma tornava all’organizzazione criminale. Ai tre restava dal 7 al 10 per cento delle somme. Riportiamo l’articolo del Mattino di Padova del 28 novembre.