Home Monitor «Corridoio Lisbona-Kiev: ci avevo pensato prima della caduta del Muro»
 

Approfondimenti

«Corridoio Lisbona-Kiev: ci avevo pensato prima della caduta del Muro»

«L'Unione europea a un certo punto ha riconosciuto nell'asse che da Lisbona arriva a Kiev un vero cordone ombelicale tra economie forti ed economie ancora in via di sviluppo. Io ci avevo pensato già nel 1988 quando nemmeno era caduto il Muro. Mi resi conto che esisteva un progetto per collegare il Reno e il Danubio attraverso il Meno e pensai che noi saremmo rimasti tagliati fuori. Per ciò immaginai quello che oggi si chiama Corridoio 5, ma i nostri ritardi fanno sì che il rischio che avevo ipotizzato sia diventato realtà». Riportiamo un brano del volume "Dialogo a Nordest: sul futuro dell'Italia tra Europa e Mediterraneo" di Gianni De Michelis e Maurizio Sacconi, Marsilio (2010).