Home Venezie Post Boom di lavoratori ‘spediti’ all’estero dalle imprese, si rischia il dumping sociale
 

Analisi & Commenti

Boom di lavoratori ‘spediti’ all’estero dalle imprese, si rischia il dumping sociale

In Europa cresce il numero di persone inviate temporaneamente a lavorare in un altro stato comunitario: i dati parlano di 2,3 milioni di lavoratori in ‘distacco’ nel 2016, il 50% in più rispetto al 2011. Riportiamo i risultati della ricerca presentata oggi dall’Università Ca’ Foscari, che svela come il distacco dei lavoratori copra spesso casi di vero e proprio dumping sociale, in particolare nelle costruzioni (45% dei distacchi) e nell’industria (24%), oltre a rami dei servizi (29%). Per l'Italia, si parla di 106.000 distacchi.